Il mondo del web è in continua innovazione, soprattutto sotto il punto di vista della comunicazione sono stati fatti passi da giganti, anche da parte di settori che non ci saremmo mai aspettati. E’ questo il caso della consulenza psicologica online, all’interno della quale ogni soggetto ha la possibilità di comunicare appunto con un professionista, annullando le distanze fisiche grazie a video chat private come Skype, una delle più usate per questo genere di incontri. Chiunque avrà dunque la possibilità di esporre i propri disagi ed i propri stati d’animo in maniera rilassata e senza disagio nel caso non si sentisse ancora pronto per presiedere ad un incontro di persona, o fosse in condizioni di non poter recarsi presso uno studio.

Come si svolge una consulenza psicologica?

Una consulenza psicologica si svolge, come già detto, tramite video chat privata, il cui utilizzo è completamente gratuito. All’ interno dell’incontro privato il soggetto esporrà i propri pensieri e i propri dubbi e sarà ascoltato in maniera professionale da uno psicologo, che al termine della seduta però non potrà rilasciare nessuna diagnosi o terapia, ma solo comunicare le proprie conclusioni e fornire consigli utili. Strumento consigliato soprattutto a chi soffre di lievi situazioni di disagio e crede che un intervento diretto sia troppo eccessivo, ma che comunque nutre interesse nel approcciarsi con un professionista, in maniera rapida e dinamica in tempo reale.

Per prenotare la consulenza psicologica online è necessario contattare il dottore tramite telefono o mail indicate sul sito web al fine di fissare data e ora dell’incontro, dopo aver fatto questo potrà avere luogo la consulenza, che per il paziente può avere diverse valenze, sicuramente può rappresentare un primo step per entrare nell’ottica della tipologia dell’incontro in maniera soft oltre che un’opportunità per ricevere un aiuto immediato anche in situazioni di emergenza, aperto a tutti e usufruibile in maniera semplice e veloce, infatti basta semplicemente un computer ed una connessione ad internet. E ‘importante comprendere che affrontare un incontro di questo tipo non è come affrontarlo di persona, per ovvi motivi, ma in particolar modo perché le emozioni che proviamo vengono filtrate dallo schermo del computer o dello strumento che abbiamo davanti, questo fa in modo che il paziente si senta meno debole e a disagio a parlare di se stesso e dei suoi problemi, in poche parole ad aprirsi, questo proprio perché lo schermo viene percepito come un filtro tra noi e il professionista, una sorta di scudo che rende il soggetto più forte e sicuro di se.

Sono infatti sempre di più le persone che si avvicinano a questo strumento utile, anche solo per curiosità e informazione, per conoscere un mondo che spesso può mettere a disagio, ma che in realtà è semplicemente un ulteriore modo per conoscere se stessi e imparare a dominare le proprie tensioni e problematiche che quotidianamente affliggono ognuno di noi.