Lo zafferano è una spezia capace di farsi apprezzare a tavola e nello stesso tempo sa comportarsi come un vero e proprio elisir di lunga vita. La sua polvere infatti è una miniera di sostanze preziose per l’organismo perchè combatte l’invecchiamento stimolando il metabolismo e favorisce le funzioni digestive. E’ possibile sfruttare queste proprietà benefiche a tavola, poichè lo zafferano è il gustoso complemento di numerose ricette, una magia gialla che grandi cuochi impiegano abitualmente per insaporire e cambiare volto a tante portate.

Proprietà dello zafferano


– Antiossidante: lo stress, il cibo, l’aria inquinata creano continuamente nel nostro organismo delle sostanze tossiche chiamate radicali liberi. Sono molecole che danneggiano le cellule e che favoriscono il loro invecchiamento. Gli antiossidanti sono capaci di neutralizzarle. Sono guardiani davvero preziosi per la nostra salute. Il merito di questa proprietà nello zafferano è dei carotenoidi contenuti negli stimmi (fili rossi al centro del fiore).
– Digestivo: grazie ai suoi aromi naturali, ai pigmenti e ai numerosi principi attivi, questa spezia ha una notevole azione stimolante sull’apparato digerente. Lo zafferano entra immediatamente in circolo aumentando la secrezione della bile e dei succhi gastrici e quindi facilitando la digestione.
– Biologico e naturale: le coltivazioni di zafferano nei maggiori paesi produttori al mondo (Persia e India) vengono attuate senza ricorrere a fertilizzanti, pesticidi e altre sostanze chimiche. Anche la lavorazione è artigianale.
– Afrodisiaco antico e moderno: nella mitologia greca il dio Ermes, consigliere degli innamorati, utilizzava lo zafferano come afrodisiaco per risvegliare il desiderio e l’energia sessuale. Oggi gli effetti stimolanti dello zafferano sono riconosciuti a livello scientifico, questa spezia infatti agisce sulle ghiandole surrenali, stimolando la produzione di ormoni (adrenalina, cortisolo), che tonificano la sfera sessuale.
– Tanto gusto – zero calorie: pur regalando ai piatti bontà e sapore, lo zafferano ha il grande pregio di non aggiungere grassi e fornisce pochissime calorie.
– Depura il sangue: gli effetti depurativi e antinfiammatori dello zafferano sono sfruttati dalla medicina indiana che prevede questa spezia in molti piatti allo scopo di favorire la digestione e prevenire le infezioni instestinali.

Nella scelta degli ingedienti con una spezia cosi versatile ci si può sbizzarrire. Dall’antipasto al dolce, alla scoperta degli accostamenti più insoliti e fantasiosi. Tuttavia dà il meglio di se in piatti a base di riso, crostacei e frutti di mare, carni bianche in umido, coniglio e vitello.
Attenzione al dosaggio poichè da una piccolissima quantità si sprigionano un gusto e un colore molto intensi.
Lo zafferano avanzato va riposto in n recipiente ermetico e conservato in luogo fresco a riparo dalla luce e dall’umidità. Si mantiene fino a 4 anni.